fbpx

Libera Valle d'Aosta presenta il libro sulla strage del Rapido 904

L'attività della sezione valdostana di Libera, l'associazione di promozione sociale presieduta da don Luigi Ciotti, fondata nel 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alla criminalità organizzata non si ferma per l'estate: diverse presentazioni in comuni della Valle d'Aostadel libro Mi ricordo. Rapido 904 - Frammenti di vita di Lina D'Aniello, una serata in ricordo di Paolo Borsellino e il tradizionale banchetto con i prodotti di Libera Terra sono le attività previste.

Mi ricordo. Rapido 904 è un libro che unisce una riflessione di Daniela Marcone, vicepresidente nazionale di Libera e referente per la Memoria, un'introduzione di Rosaria Manzo, presidente dell’Associazione familiari delle vittime delle strage del Rapido 904, con i testo teatrali, i testi musicali e le illustrazioni realizzate das tudenti del Liceo artistico di Aosta.
La strage del Rapido 904 fu attentato dinamitardo avvenuto il 23 dicembre 1984 nella Grande Galleria dell'Appennino, subito dopo la stazione di Vernio, ai danni del treno rapido n. 904, proveniente da Napoli e diretto a Milano. Per le modalità organizzative e per i personaggi coinvolti, è stato indicato dalla Commissione Stragi come un evento antesignano e precursore dell'epoca della guerra di mafia dei successivi primi anni novanta: l'esplosione causò 15 morti e 267 feriti.
Le presentazioni del libro si terranno il 16 luglio a Brusson, il 30 luglio a Villeneuve, il 3 agosto a Vense, il 9 agosto ad Aosta e il 24 agosto a Torgnon.

Domenica 23 giugno è previsto un banchetto di prodotti Libera Terra al supermercato Gros Cidac (dalle ore 10 alle ore 19), mentre venerdì 19 luglio si terrà, alla casa di riposo J.B. Festaz, una serata in ricordo di Paolo Borsellino alle ore 18.30