fbpx

Dopo i pompieri, anche gli insegnanti dell'Istituto musicale vogliono tornare statali

Foto aostalife.it -
Martedì 9 aprile, a Roma, l’assessore all’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili della Valle d’Aosta ha incontrato il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, per un primo confronto sul processo di statizzazione degli Istituti superiori di studi musicali non statali e sull’opportunità di destinare all’estero personale docente appartenente ai ruoli regionali.

Per quanto attiene alla statizzazione, sono state prospettate al ministo alcune soluzioni, in una logica di armonizzazione della legislazione nazionale all’ordinamento regionale e alle sue particolarità e, in particolare, per quanto riguarda la disciplina del personale docente,  ammettendolo alle procedure di mobilità presso gli Istituti superiori musicali, statali e statizzati, in condizioni di reciprocità, con quello inquadrato nei ruoli statali, mantenendo la peculiarità linguistica valdostana.
I dirigenti regionali avvieranno con i tecnici del Ministero i necessari confronti per elaborare una proposta condivisa.
Sulla questione relativa alla destinazione all’estero del personale docente appartenente ai ruoli regionali della Valle d’Aosta, pendente dal 1984, l’incontro ha confermato la disponibilità del ministro all’Istruzione di addivenire a una soluzione che permetta agli insegnanti valdostani di poter accedere a questa opportunità.