fbpx

Bobine

Botta e risposta fra Corio e Vaglio: interviene Epav

Mercoledì 12 giugno, Paolo Corio ha rassegnato le proprie dimissionid da Epav e si è aperto un scambio polemico con Alberto Vaglio, esponente di Epav a Courmayeur.

Le motivazioni di Corio
Spiega la sua decisione in questi termini: "
La mia adesione a Epav, di cui ho condiviso la nascita e il percorso fino a poco tempo fa, oggi perdono valore alla luce degli ultimi incontri interni al movimento e ad alcuni indirizzi che lo stesso ha messo sul tavolo della discussione. La scelta di uscire da Epav si fonda sulla convinzione di agire in piena coerenza con il mio mandato di Vice Sindaco a servizio del mio paese. Su questo punto evidenzio, infatti, il mio pieno sostegno al Sindaco, Stefano Miserocchi, che Epav ipotizza potesse venire meno, e al gruppo Esprit di cui faccio parte". 
Secondo Corio, "La diversità di visioni è punto di forza e valore aggiunto di Esprit, e le paventate voci di un gruppo 'Esprit 2' che mi vedrebbe alla guida sono infondate. Come già evidenziato, la coerenza che mi caratterizza non vuole venire meno in un momento amministrativo in cui, a seguito di scelte personali di alcuni componenti della Giunta di cui faccio parte, qualcuno vuole mettere in evidenza solo aspetti negativi senza tener conto invece del buon lavoro che stiamo portando avanti".

La replica di Vaglio
Alberto Vaglio dice di non voler entrare nel merito della questione politica riguardante Epav ma di voler precisare che da quando ho rassegnato le sua dimissioni da capogruppo nel Consiglio comunale di Courmayeur, nel settembre 2018, non ha mai coinvolto nelle questioni amministrative di Courmayeur il movimento EPAV del quale fa parte. "In tutti questi mesi non sono mai stato contattato da nessuno della maggioranza - dice -. A inizio maggio, invece, il signor Corio ha chiesto un incontro ufficiale con il sottoscritto per il tramite del presidente del movimento, incontro avvenuto il 13 maggio 2019. In tale occasione, con mia grande sorpresa, il signor Corio ha chiesto al movimento di assumere una posizione di supporto alla maggioranza del Comune. A questo punto si è cominciato a ragionare tutti assieme in merito ai contenuti su cui basare questo sostegno, ma nel frattempo, senza che il vicesindaco sentisse la necessità di informare il sottoscritto o il movimento, la situazione amministrativa all’interno della Giunta degenerava e si assisteva al balzello delle poltrone.” Vaglio aggiunge che “sapendo di aver partecipato a una lista civica, nel pieno rispetto del mandato elettorale, non ho mai coinvolto il mio movimento politico. Piuttosto non capisco perché il signor Corio, oggi all’improvviso, ha deciso di chiedere sostegno al movimento quando, in occasione delle mie dimissioni, aveva tenuto a sottolineare, la sua indipendenza politica".
Vaglio prende infine atto che "nel momento in cui il movimento EPAV ritiene di assumere una certa posizione nei confronti dell’Amministrazione comunale il signor Corio decide di uscirne. Ma allora perché dopo otto mesi si è all’improvviso ricordato di appartenere a un movimento? E ancora, ha condiviso prima con la sua maggioranza il coinvolgimento di EPAV? Credo che l’attaccamento alla sua poltrona, già dimostrato a settembre 2018 in occasione delle mie dimissioni, sia la motivazione più forte che lo fa agire in piena coerenza con il suo mandato".

Corio ribatte: non accetto imposizioni politiche
Alle affermazioni di Vaglio, Corio ritiene di dover rispondere: "
Preciso che non ho mai chiesto direttamente un incontro ufficiale con Epav per discutere di questioni riguardanti l’Amministrazione comunale di Courmayeur. Gli incontri avvenuti ultimamente con la direzione Epav infatti sono stati suggeriti anche dalla stessa Presidenza Epav con il fine di comprendere cosa ne era di Epav Valdigne, che da oltre 6 mesi non si riuniva (precisamente dal mese di ottobre 2018 a quello di maggio 2019)  e per cercare di porre fine alle tensioni tra il sottoscritto e Alberto Vaglio, poiché a seguito dell’uscita da Esprit dello stesso Vaglio i rapporti ne hanno ovviamente risentito.
Di fatto, le dimissioni di Vaglio non erano state concordate con il Movimento EPAV. Se infatti per il consigliere Vaglio l’uscita dalla Maggioranza di Esprit si è tradotta nel restare in Consiglio comunale, portando avanti l’impegno assunto presso i propri elettori, per il sottoscritto, le eventuali dimissioni da Vice Sindaco, come avrebbe desiderato allora Vaglio, avrebbero immediatamente prodotto una mia automatica uscita dal Consiglio comunale e quindi un tradimento all’elettorato. Non si è trattato quindi di un 'attaccamento alla poltrona' da parte mia, come sostiene Vaglio, bensì di coerenza con gli impegni assunti.
Le stesse azioni portate in Consiglio comunale a Courmayeur da Vaglio sono sempre state quindi condotte come decisioni personali nella sua libertà di Consigliere comunale. Infine, pochi giorni fa, a seguito di una riunione con la direzione regionale Epav, che in questi mesi ha cercato di dirimere le tensioni tra il sottoscritto e Vaglio, la stessa ha manifestato l’intenzione di non sostenere l’Amministrazione comunale di Courmayeur. Ho deciso di conseguenza di uscire dal movimento, avendo a suo tempo affermato che non avrei mai accettato 'imposizioni politiche'”.


Epav si schiera con Vaglio
Nella serata di giovedì 13 giugno, nella discussione si è inserita anche Epav.
"Prendendo atto delle dimissioni irrevocabili comunicate dal sig. Paolo Corio e del successivo comunicato disposto dal sig. Alberto Vaglio in risposta alla citata posizione assunta da Corio, nel rispetto dovuto per i reciproci ruoli ricoperti in seno alla Giunta e al Consiglio Comunale di Courmayeur, riteniamo doveroso effettuare alcune precisazioni", scrive il coordinatore Marco Curighetti.
E le precisazioni sono che "Il movimento EPAV ha fortemente sostenuto la lista Esprit Courmayeur alle ultime elezioni del 2017, proprio in virtù della presenza di due propri rappresentanti all'interno della medesima lista, con Paolo Corio candidato alla carica di Vice Sindaco. L’esito del voto ha visto pienamente premiato lo sforzo collettivo, con il decisivo apporto in termini di preferenze di Alberto Vaglio, secondo miglior eletto con 206 preferenze.
Nel rispetto dell'autonomia della lista civica Esprit Courmayeur, EPAV non è mai intervenuto nel merito delle vicende interne al Consiglio comunale, lasciando la massima libertà di azione a ognuno dei suoi due aderenti eletti, fermo restando il mantenimento di una normale comunicazione circa le scelte adottate, così come avvenuto nel settembre dello scorso anno, quando Alberto Vaglio ha deciso di rassegnare le proprie dimissioni dalla carica di capogruppo di maggioranza, senza per questo chiedere al movimento di farsi in qualche modo promotore o garante della sua iniziativa.
Nello scorso mese di maggio è pervenuta una richiesta esplicita di Paolo Corio di incontrare il coordinamento di EPAV, a seguito della quale il movimento ha organizzato un incontro congiunto con Alberto Vaglio, durante il quale si è definito di predisporre un documento programmatico condiviso sulla base di alcuni temi proposti nell’occasione da Vaglio, con l’impegno assunto da Corio di portare lo stesso documento all'attenzione della maggioranza quale possibile contributo per il rilancio dell’azione amministrativa.
Per una serie di motivi, tale iniziativa ha subito un rallentamento rispetto al cronoprogramma stabilito, periodo nel quale la situazione amministrativa di Courmayeur ha evidenziato importanti criticità tali da portare alle dimissioni di due assessori, il tutto avvenuto senza nessun tipo di comunicazione verso il movimento da parte di Paolo Corio, nonostante la rilevanza 'politica' della vicenda rispetto al percorso da lui richiesto e avviato con lo stesso movimento".
Sin qui il passato.Venedo al presente: "Alla luce di tale situazione e della posizione ormai cristallizzata di Alberto Vaglio di forte criticità verso l’operato della maggioranza, il direttivo EPAV, nella riunione di lunedì 10 giugno scorso, ha ampiamente discusso della situazione di Courmayeur al fine da poter raggiungere una posizione utile a promuovere un atteggiamento propositivo, dando quindi mandato al suo coordinatore di chiedere a Paolo Corio, nell’incontro già fissato per il giorno successivo, di chiarire la sua posizione rispetto all’ipotesi di poter anche condividere con il movimento un atteggiamento di forte critica rispetto ad alcune posizioni assunte dalla sua stessa maggioranza, per il bene della comunità. L’incontro si è concluso con un nulla di fatto, e il movimento ha ritenuto doveroso mettere fine al percorso avviato per la stesura di un documento congiunto, a cui sono poi seguite da lì a poco le dimissioni irrevocabili da EPAV di Paolo Corio".
Epav ritiene che ognuno possa intraprendere il percorso politico che ritiene più corretto e opportuno ma si rammarica che "nel suo comunicato Paolo Corio esprima, in sostanza, dubbi sulla volontà di EPAV di voler lavorare ed impegnarsi per il presente e il futuro di Courmayeur, dopo aver lui stesso chiesto ed ottenuto dal movimento di iniziare ad agire in modo ufficiale in tal senso, con l’evidenza che un tale percorso non poteva che tradursi nel ricercare una sintesi rispetto alle istanze che, in modo altrettanto legittimo e coerente, continua a portare avanti ormai da diversi mesi anche Alberto Vaglio". Quindi ritiene che Corio si sia dimesso per una "sua univoca decisione di mantenere a priori il proprio ruolo apicale in seno all’Amministrazione comunale, in quanto nel corso degli incontri nessuno ha mai richiesto un suo formale passo indietro, quanto piuttosto una sua eventuale disponibilità ad assumersi tale onere qualora l’accentuarsi della crisi in atto richiedesse prese di posizioni più radicali, da condividere con il movimento e sempre per il bene della collettività".
Epav, infine,  conferma la propria disponibilità "a continuare il percorso intrapreso di condivisione circa l’attività politica che il suo (ormai unico) rappresentante eletto intende portare avanti, sulla base di temi utili, concreti e costruttivi, volti a rilanciare l’azione amministrativa nel solco di quella coerenza propria di EPAV di mettere i bisogni dei cittadini davanti a tutto".


 

Un incontro con la popolazione
Alberto Vaglio ha organizzato un incontro pubblico per giovedì 20 giugno, alle ore 21, nel Centro Don Cirillo. Il tema è Cosa succede a Courmayeur e l'intento è di parlare di ciò che sta succedendo e del futuro del paese, ragionando insieme "per risolvere i problemi".

Pin It

Video Recenti

La Cogne acciai speciale emette un prestito obbligazionario quotato alla borsa italiana. Per due terzi è stato...

Category: Home
Views: 170

La registrazione della cerimonia con la quale, martedì 25 lìgiugno 2019, la Guardia di Finanza ha...

Category: Home
Views: 370
 

Il Quartiere Cogne infiamma il Consiglio comunale di Aosta

Protagonista della seduta programmatica del Consiglio comunale di Aosta di martedì 24 giugno, è stato  il Quartiere Cogne.

Leggi tutto...
 

Monte Bianco: troppi parapendisti rallentano il soccorso

Il soccorso alpino é decollato, nel pomeriggio di mercoledì 26 giugno, verso il Monte Bianco, a seguito dellla comunicazione della gendarmeria di Chamonix per il recupero di un parapendista.

Leggi tutto...

Cerca negli articoli

 

Attivato il piano anticaldo

È stato attivato il Piano regionale di Sorveglianza e di risposta verso gli effetti sulla salute di ondate di calore anomalo.

Leggi tutto...

Cerca nei Video

 

Pollein: il gestore del campeggio ricorre contro la sentenza

Il Consiglio comunale di Pollein si è riunito lunedì 24 giugno e, in apertura, sono stati letti e approvati i verbali della seduta precedente.

Leggi tutto...
 

Châteaux en musique: dieci concerti per dieci castelli

Martedì 25 giugno, alle ore 18, è stata inaugurata la tredicesima edizione della rassegna Châteaux en musique che vedrà dieci castelli valdostani ospitare altrettanti concerti di musica classica.

Leggi tutto...
 

Prometeo 2218: al Giacosa va in scena il rapporto fra l'uomo e la scienza

Mercoledì 26 giugno, alle ore 21, al Teatro Giacosa di Aosta, al 15 di via Xavier de Maistre andrà in scena la pièce Prometeo 2218 della compagnia Nuovababette Teatro: uno spettacolo che indaga il sentimento antiscientifico a partire dal mito di Prometeo, il titano benefattore degli uomini.

Leggi tutto...
 

Valdigne vuole essere Comunità europea dello Sport

Procede l’iter per la candidatura della Comunità della Valle del Monte Bianco (composta dai Comuni di Courmayeur, La Salle, La Thuile, Morgex e Pré-Saint-Didier) a Comunità europea dello sport – ACES per il 2021.

Leggi tutto...
 

Occupazione: riprende la spesa dei fondi europei

Martedì 25 giugno, si è riunito il Comitato di Sorveglianza del Programma Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione FSE 2014/20 della Valle d’Aosta.

Leggi tutto...
 

Identificato il cadavere di via Lexert

Martedì 25 giungo è stato dato un nome al cadavere trovato, giovedì 20 giugno, nello scantinato della casa Giachetti.

Leggi tutto...
 

La Lega perde Addario ma non si stupisce

Alessandra Addario lascia il gruppo della Lega nel Consiglio comunale di Aosta per passare nel gruppo misto di minoranza; la scelta ufficializzata nel corso della seduta pomeridiana di martedì 25 giugno.

Leggi tutto...
 

Tre alpinisti soccorsi sulla Grivola

L'elisoccorso è intervenuto nella serata di lunedì 24 giugno, per il recupero di tre alpinisti 50 metri sotto la vetta della Grivola (3.900 metri).

Leggi tutto...
 

Separazioni e tutela dei minori

Venerdì 21 giugno si è svolto il convegno Valle d'Aosta: nelle separazioni siamo tutti responsabili di pregiudizi e danni ai minori, organizzato dall'associazione Genitori separati per la Tutela dei Minori.

Leggi tutto...
 

Famille à la montagne, a Morgex

La Festa patronale del Pautex è fra gli eventi inseriti nel programma estivo di Morgex, predisposto nell’ambito del progetto Famille à la montagne entre nature et culture.



Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio Valle

Il Consiglio regionale è convocato in sessione straordinaria e a seguire in ordinaria a partire da martedì 2 luglio, dalle ore 15.00, fino a giovedì 4 luglio 2019.

Leggi tutto...
 

Il passato e il presente di Nus in una mostra fotografica

S’intitola Nus ieri e oggi la mostra fotografica permanente che il Comune di Nus inaugurerà sabato 29 giugno, alle ore 17, in Municipio.

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Montjovet

Giovedì 27 giugno, alle ore 18.30, si riunirà il Consiglio comunale di Montjovet: l'ordine del giorno della seduta prevede otto punti.

Leggi tutto...
 

La gestione della crisi deve tornare ai partiti

Sino a giovedì 20 giugno, la gestione della crisi politica aperta dall'uscita dlla maggiornza di Claudio Restano era stata lasciata in capo al presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta Antonio Fosson, con un mandato esplorativo.

Leggi tutto...
 

Milleret: sono gli autonomisti a dover tener fede ai loro principi

Il leader del movimento Pays d'Aoste Souverain risponde agli autonomisti, che hanno chiesto agli indipendentisti di tener fede ai loro principi.

Leggi tutto...
 

Vigneti eroici e storici: c'è l'intesa per la salvaguardia

La Conferenza Stato-Regioni ha raggiunto l’intesa sul decreto concernente la salvaguardia dei vigneti eroici o storici.

Leggi tutto...
 

600mila euro per gli agriturismi valdostani

Giovedì 20 giugno, riapre il bando per la presentazione delle domande per ottenere contributi finalizzati all’avvio o allo sviluppo di attività agrituristiche, a valere sul Programma di sviluppo rurale della Valle d’Aosta 2014/20.

Leggi tutto...
 

Riapertura estiva delle miniere di Cogne

Dai primi di giugno sono aperte per la stagione estiva le miniere di Cogne: sarà possibile visitarle fino a ottobre, su prenotazione e con una guida abilitata; le partenze, tutti i giorni tranne il lunedì, alle ore 13.30 dalla Costa del Pino, per una durata complessiva di circa due ore

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Etroubles

Lunedì 1 luglio è convocato, alle ore 9, il Consiglio comunale di Etroubles; sette i punti previsti all'ordine del giorno della seduta.

Leggi tutto...
 

Il rap per il volontariato: una serata con gli artisti valdostani alla Cittadella

Sabato 29 giugno, alle ore 21, alla Cittadella dei Giovani si svolgerà l'evento Il rap x il volontariato, nell'ambito delle celebrazioni per il ventennale di attività del Centro Servizi per il Volontariato della Valle d'Aosta.

Leggi tutto...
 

Percussioni e ospiti d'eccellenza al Pulsation Festival a Pont-Saint-Martin

Dal 30 giugno al 6 luglio si svolgerà a Pont-Saint-Martin Pulsation Festival, rassegna di concerti organizzata dall'associazione culturale Modus.

Leggi tutto...
 

Nuovo sistema informatico al laboratorio analisi

Il Laboratorio analisi dell’Ospedale di Aosta Parini si è dotato di un nuovo sistema informativo (Laboratory Information System – LIS).

Leggi tutto...
 

Musei da vivere in giugno

Il Museo archeologico regionale e il parco archeologico Saint-Martin-de-Corléans propongono, in giugno, alcuni appuntamenti inseriti nella rassegna Musei da vivere.

Leggi tutto...
 

Celtica avrà un'apertura ad Aosta

Il Bosco del Peuterey in Val Veny, ai piedi del Monte Bianco, a 1.500 metri di altitudine, dal 4 al 7 luglio, farà da sfondo alla 23a edizione di Celtica Valle d'Aosta, organizzata dall’associazione culturale Clan Mor Arth – Clan della
Grande Orsa.

Leggi tutto...
 

Piccoli giornalisti ai piedi del Monte Bianco

Da quest’anno e fino al 2021, gli alunni delle scuole secondarie di primo grado dell’Istituto Valdigne Mont-Blanc di Courmayeur e di Morgex vanno a lezione di educazione ai media e giornalismo.

Leggi tutto...
 

Challand-Saint-Victor inaugurerà la nuova Éco-Salle

Sabato 29 giugno, alle ore 17.30, si svolgerà l'inaugurazione della nuova Éco-Salle sita nelle adiacenze del Municipio, in frazione Ville n. 218.

Leggi tutto...
 

Incontri informativi all’Univda

L'Università della Valle d'Aosta ha programmato tre incontri di presentazione dell’offerta formativa per l'anno accademico 2019/2020.

Leggi tutto...

Annunci di Lavoro

Video più visti

La registrazione della cerimonia con la quale, martedì 25 lìgiugno 2019, la Guardia di Finanza ha...

Category: Home
Views: 370

Prosegue la trattativa guidata da Antonio Fosson con Rete civica per arrivare alla definizione di un progetto di...

Category: Politica e Amministrazione
Views: 257

Passa in Commissione (con il voto determinante di Rete civica, il disegno di legge per trasfromare in strumento...

Category: Politica e Amministrazione
Views: 222

Il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza pubblica della Valle d'Aosta si è riunito mercoledì 19 giugno,...

Category: Politica e Amministrazione
Views: 221

Login Form