fbpx

Bobine

Il Consiglio Valle approva quattro mozioni

Foto Gianfranco Zanata -

Dopo un giorno e mezzo dedicato a trattare due punti (le dimissioni di Restano e la mozione di sfiducia a Baccega), il Consiglio regionale della Valle d'Aosta ha trattato una parte degli altri punti all'ordine degl giorno.

Il Consiglio Valle ha approvato quattro mozioni, le prime tre all'unanimità e la cui discussione è stata rinviata dalla scorsa adunanza.

La prima mozione, così come emendata su proposta dell'Assessore Certan, è stata presentata dal Movimento 5 Stelle per porre l'accento sul sostegno della natalità e sulla conciliazione tra lavoro e famiglia. Il testo impegna la Giunta regionale ad analizzare entro la fine del 2019 nelle competenti Commissioni consiliari le azioni in materia di politiche del lavoro, di politiche della famiglia e di istruzione da mettere in atto al fine di implementare misure concrete di articolazione delle responsabilità familiari e lavorative, per prendere in carico il problema della riduzione della natalità nella nostra regione.
Nell'illustrazione, la Consigliera Maria Luisa Russo ha sottolineato come «dal 2015 al 2018 il numero di parti nella nostra regione sia diminuito di 100 unità; le iscrizioni alla scuola d'infanzia sono diminuite di circa 350 unità in due anni scolastici. I nostri paesi più piccoli rischiano lo spopolamento. Per tutti questi motivi, riteniamo indispensabile definire, entro la fine del 2019, le azioni strutturali prioritarie, quali Assessorati e quali professionalità coinvolgere per prendere in carico il problema della riduzione delle nascite, in aggiunta alla riduzione degli oneri a carico delle famiglie per i servizi alla prima infanzia che non può essere l'unico strumento di sostegno.»
L'Assessore all'istruzione, Chantal Certan, ha risposto a nome della Giunta regionale: «Per quanto attiene all'ambito scolastico, queste tematiche sono oggetto di attenzione per mettere in atto misure più puntuali, a breve e lungo termine. Nel corso del 2019 sarà effettuata un'analisi di dettaglio sulle scuole di montagna ma anche sugli altri plessi dislocati sul territorio per valutare gli interventi a tutela delle scuole e delle pluriclassi. Anche le strutture dell'Assessorato alla sanità si stanno adoperando per il benessere delle famiglie; è in itinere l'elaborazione di piani programmatici per giungere ad un modello trasversale per i vari Assessorati, venendo incontro ai nuovi bisogni, spaziando, a titolo esemplificativo, dalle valutazioni sui cambiamenti di orario di lavoro, ai finanziamenti per i caregiver, passando dalla sfida di riuscire a mantenere donne e madri nel mondo del lavoro. Ogni Assessorato è pronto a discutere in Commissione.»

Vietare l'utilizzo del diserbante contenente glifosato
 è l'obiettivo della seconda mozione, presentata dal gruppo ADU-VdA e poi emendata su proposta degli Assessori all'ambiente e all'agricoltura. Il nuovo testo, sottoscritto anche dai gruppi M5S, RC-AC, UV, Mouv' e AV, impegna il Governo regionale a costituire nei prossimi trenta giorni un tavolo di lavoro interassessorile che coinvolga una rappresentanza degli enti strumentali dell'Amministrazione regionale, degli Enti locali nonché delle associazioni del territorio, per predisporre entro tre mesi una relazione che indichi le alternative da utilizzare rispetto all'uso dei diserbanti contenenti il principio attivo del glifosato. Lo scopo è quello di diffondere una nuova filosofia di tutela dell'ambiente e della salute, che renda partecipe l'intera comunità valdostana con le modalità che il tavolo stesso indicherà, a partire dall'illustrazione nella Commissione competente del documento al fine di evidenziare le precise azioni da mettere in campo, concordandole con tutti gli attori interessati nel più breve tempo possibile entro il 2019.
La Consigliera Daria Pulz ha espresso «grande soddisfazione per essere giunti a un accordo per la predisposizione di questo emendamento che ha permetto l'approvazione all'unanimità della nostra mozione. Presentandola, oltre a tendere alla formale richiesta di non utilizzare sul territorio regionale diserbanti contenenti glifosato, il nostro obiettivo è di concordare con tutti i Comuni, attraverso il CPEL, azioni comuni per vietare l’utilizzo, pubblico e privato, del glifosato, di cui non dimentichiamo che sarebbe stata accertata la pericolosità per la salute umana, animale e vegetale da parte di diversi team di scienziati. Sottolineiamo poi l'importanza che tutta la popolazione sia messa in seguito a conoscenza di questo divieto, ad esempio attraverso l'emanazione di un’ordinanza. Infine, a nostro avviso deve continuare a essere garantito un monitoraggio, costante e approfondito, dell’acqua e della sicurezza alimentare sul territorio regionale.»
L'Assessore all'ambiente, Albert Chatrian, riconoscendo l'importanza del tema, ha affermato: «Abbiamo convenuto di riunire subito gli attori principali per fare una fotografia di ciò che si è già fatto e di ciò che si sta facendo, in modo poi da concordare le azioni da mettere in campo. Questa nuova impegnativa racchiude il percorso da seguire, anche per giungere a nuove azioni e misure da mettere in campo. Ci assumiamo inoltre l'impegno a verificare le modalità di svolgimento dei controlli.»
L'Assessore all'agricoltura, Laurent Viérin, ha aggiunto: «La necessità di affrontare l'argomento e sensibilizzare la comunità è ancora più attuale. Questa è una proposta operativa, innanzitutto per monitorare quanto è già stato fatto, che peraltro ci segnala che la situazione valdostana è tranquilla. Tuttavia esistono situazioni ancora desuete che presuppongono azioni concrete, ad esempio per l'abbattimento dell'uso dell'ammoniaca a favore di enzimi totalmente naturali. L'idea è di lavorare sull'evoluzione delle pratiche rurali ed agricole in un'ottica di messa a disposizione delle nostre aziende delle nuove tecniche.»

Attivare le necessarie procedure per la registrazione nel Fascicolo Sanitario Elettronico delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT) depositate, il cosiddetto testamento biologico, curando la tutela della riservatezza di tali dati e, solo in caso di incapacità di autodeterminazione del soggetto, la loro apertura da parte delle strutture sanitarie che lo hanno in cura: questo l'impegno della terza mozione, firmata dal gruppo RC-AC.
Nell'illustrazione, la Consigliera Chiara Minelli ha richiamato «la normativa vigente, secondo cui ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, può, attraverso apposite DAT, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari. Le DAT devono essere redatte per atto pubblico, o per scrittura privata autenticata, ovvero consegnate all'Ufficio di Stato civile del proprio comune di residenza. In Valle d'Aosta la norma stabilita dal CELVA in merito è complessa e, essendo gli uffici chiusi nel fine settimana, diventa impossibile l'acquisizione in caso di urgenza. Si può ovviare a questo problema con la decisione di inserire il testamento biologico nel FSE, azione che va anche nella direzione della semplificazione burocratica.»
L'Assessore alla sanità, Mauro Baccega, ha ritenuto condivisibile la mozione, assumendo l'impegno «di attivare le procedure per la registrazione nel Fascicolo sanitario delle DAT depositate, curando le dovute tutele di riservatezza, tenuto conto che il 6 giugno il Garante della privacy ha dato il via libera allo schema di decreto di inserimento nelle banche dati nazionali, individuando le modalità di interfacciabilità tra le banche dati nazionali e quelle regionali.»

In chiusura della seduta, il Consiglio Valle ha approvato, con 27 voti a favore (AV, UV, SA, PNV-AC-FV, Lega VdA, Mouv', RC-AC e GM), 4 contrari (M5S) e un'astensione (ADU-VdA), una mozione sui Vigili del fuoco valdostani.
La mozione presentata dal gruppo Mouv', così come emendata d'intesa con il Presidente della Regione, impegna il Governo regionale, entro 30 giorni, a verificare un percorso di allineamento ed equiparazione continuativa giuridica, economica e ordinamentale al personale professionista dei Vigili del fuoco e del Corpo forestale valdostano con conseguente definizione dell'onere economico e a riferire nella competente Commissione.
Il Consigliere Elso Gerandin ha osservato che «bisogna uscire con le idee chiare sul percorso da attuare, che sia quello di trasferire il Corpo valdostano dei Vigili del fuoco allo Stato o quello di attivare proposte alternative per il riconoscimento delle loro richieste. Noi non vogliamo aprire tavoli all'infinito, vogliamo un impegno preciso, con tempistiche e risorse certe. In questi mesi ci sono stati degli sviluppi, non da ultimo l'incontro del Presidente Fosson con il Sottosegretario Candiani, il quale ha osservato che spetta alla Regione tracciare la linea di percorso definitiva che sarà fatta propria dal Governo, una volta valutate tutte le dinamiche. Ieri alla Camera dei deputati, il Ministro Salvini ha annunciato che per i Vigili del fuoco ci sarà l'equiparazione dello stipendio al Corpo di Polizia. Rischiamo di essere in ritardo due volte se non abbiamo in mente il percorso da fare.»
Il Capogruppo del M5S, Luciano Mossa ha sostenuto che «per anni i Vigili del fuoco valdostani hanno chiesto di equiparare il loro sistema previdenziale e il loro trattamento economico a quelli del Corpo nazionale. Per disperazione hanno fatto un referendum, passato quasi all'unanimità, chiedendo di essere nuovamente alle dipendenze del Ministero all'interno. Vogliamo trasferire questo Corpo allo Stato o vogliamo metterci seriamente attorno ad un tavolo per affrontare definitivamente la questione? Senza contare che c'è un problema grave di strutture e di equipaggiamento che è ugualmente da risolvere. Spero vivamente che le loro proposte siano prese seriamente in conto.»
L'Assessore alle opere pubbliche, Stefano Borrello (SA) ha fatto una puntualizzazione sul ruolo dei Vigili del fuoco valdostani: «Essi fanno esattamente lo stesso lavoro dei Vigili del fuoco italiani, con lo stesso orario, le stesse peculiarità, gli stessi rischi. Chiedono quindi di essere trattati alla pari dei loro colleghi nazionali. Dal 2005 c'è stato un disallineamento nello stato giuridico, economico e contrattuale rispetto ai Vigili del fuoco italiani. La Regione ha cercato di sanare questa differenza nel 2009: qualcosa è stato fatto, altro no. Nel 2016 è stata riconosciuta una peculiarità per il Corpo forestale e per i Vigili del fuoco valdostani con la legge di bilancio, ma questo non è bastato perché il difetto è a monte. Le problematiche sono quindi di tre ordini: status giuridico, sistema previdenziale e trattamento economico. Ora c'è bisogno di una volontà politica forte per risolvere la questione.»
Il Presidente della Regione, Antonio Fosson, ha parlato di «problema serio che ci sta molto a cuore, che si trascina da molto tempo ma che deve essere risolto. L'incontro con il Sottosegretario Candiani è stato molto proficuo perché finalmente abbiamo affrontato la questione in maniera concreta. Dopo questo confronto, i limiti di questo percorso sono molto più chiari e abbiamo appurato che rientrare alle dipendenze dello Stato richiede un percorso assai complesso. Il Sottosegretario Candiani è stato preciso, evidenziando che se il Servizio antincendio passa allo Stato passa nella sua globalità, per i volontari e per i professionisti. Questo non è da poco, senza contare che cederemmo un pezzo di nostre competenze allo Stato; passaggio che deve passare necessariamente attraverso una norma di attuazione. Per il mantenimento del Corpo a livello regionale, bisogna fare una legge che modifichi lo stato previdenziale e che permetta ai Vigili del fuoco valdostani di andare in pensione come quelli nazionali. Il percorso presenta quindi due opzioni su cui bisogna assumere una decisione, confrontandoci con i Vigili del fuoco professionisti e volontari. La nostra volontà politica è quella di trattare con i Vigili del fuoco professionisti per verificare ogni possibilità affinché il Corpo rimanga in Valle d'Aosta, perché i Vigili del fuoco hanno conoscenze e competenze del territorio che sono estremamente importanti per noi e per il nostro sistema di protezione civile, insieme al grande patrimonio di sapeurs pompiers volontari della nostra Valle. Ho già scritto una lettera al Ministro degli affari regionali per verificare la possibilità di lavorare su di una legge nazionale che equipari il trattamento previdenziale con quelli nazionali. Ho chiesto al Presidente della seconda Commissione di essere audito. Ci rendiamo conto che non si possono più fare delle promesse, ma noi vogliamo intraprendere un dialogo con i Vigili del fuoco valdostani aprendo un tavolo di concertazione serio con loro.»
Il Capogruppo del M5S, Luciano Mossa, pur apprezzando il testo, ha motivato il voto contrario «perché la situazione dei Vigili del fuoco è di disperazione, e la loro richiesta è di passare al Corpo nazionale.»
Voto favorevole è stato invece annunciato dal Consigliere di RC-AC Alberto Bertin «perché la mozione va incontro alle richieste dei pompieri: l'impegno che ci prendiamo è di garantire pari trattamento per i Vigili regionali e per quelli che operano fuori regione.»
«La nostra specialità serve ad ampliare i diritti, non a restringerli - ha dichiarato la Capogruppo di ADU-VdA Daria Pulz -; il contesto è pasticciato e poco chiaro, la volontà dei pompieri e l'esito del referendum non sono stati tenuti democraticamente nella giusta considerazione. Per questi motivi, il voto sarà di astensione.»

Pin It

Video Recenti

Si è riunita lunedì 17 giugno, per la prima volta ad Aosta, la Commissione paritetica Stato-Regione...

Category: Home
Views: 59

Gianni Pedotti e Roberto Oggiani ci raccontano la loro esposizione Elogio della pittura, aperta all'Hôtel...

Category: Home
Views: 255
 

Revisori, Vigili del Fuoco, Cva sul tavolo della Commissione paritetica

Si è riunita, lunedì 17 giugno, a Palazzo regionale, la Commissione paritetica per le norme di attuazione dello Statuto speciale.

Leggi tutto...

Cerca negli articoli

 

Riunione del Comitato di sorveglianza del Programma investimenti per crescita e occupazione VdA

Martedì 18 giugno, alle ore 9, si riunirà, nella saletta attigua alla Sala Maria Ida Viglino del Palazzo regionale, ad Aosta, il Comitato di sorveglianza del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 della Valle d’Aosta, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), con il compito di valutarne l’attuazione e i progressi compiuti.

Leggi tutto...

Cerca nei Video

 

Anche la Valle d'Aosta ha il suo Ambasciatore EPALE

Giovan Battista De Gattis, ex referente di Cittadinanzattiva e firmatario del manifesto fondatore della lista Impegno Civico, è il primo Ambasciatore in Valle d'Aosta del programma EPALE 2019/20 (Electronic Platform for Adult Learning in Europe).

Leggi tutto...
 

No alloggi Erp a chi non rispetta la legge

L'indagine malAosta ha generato un dibattito sull'assegnazione delle case di edilizia residenziale pubblica.

Leggi tutto...
 

Cognetta propone un regolamento per i minori figli di separati

Lunedì 17 giugno, il consiglere regionale del gruppo Mouv' Roberto Cognetta ha depositato una proposta di regolamento regionale sul procedimento amministrativo e diritto di accesso agli atti riguardanti i servizi sociali in presenza di minori con genitori separati.

Leggi tutto...
 

Hire a guide, climb safe: per approcciarsi al Cervino in sicurezza

Hire a guide, climb safe: è lo slogan con il quale il Comune di Valtournenche incentiva, dal 2018, tutti i frequentatori del Cervino ad approcciarsi alla montagna in sicurezza.

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Jovençan

Lunedì 17 giugno, alle ore 18, è convocato il Consiglio comunale di Jovençan; tre i punti all'ordine del giorno.

Leggi tutto...
 

Firmato il protocollo d'intesa fra CSV e RaVdA

È stato firmato nella mattina di venerdì 14 giugno a Palazzo regionale dall’Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali Mauro Baccega e dal Presidente del CSV Valle d’Aosta Claudio Latino il Protocollo d’intesa tra l’Amministrazione regionale e il CSV Valle d’Aosta.

Leggi tutto...
 

Verrès: un incontro pubblico per illustrare gli interventi per la riqualificazione e la viabilità

Lunedì 17 giugno alle ore 20.30, nel Salone comunale Bonomi a Verrès è previsto un incontro pubblico con la cittadinanza.

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Torgnon

Lunedì 17 giugno, alle 20.30, è convocato il Consiglio comunale di Torgnon. Sono previsto quattro punti all'ordine del giorno.

Leggi tutto...
 

Sette interventi di elisoccorso

Nella giornata di domenica 16 giugno, l’elicottero della Protezione civile, con a bordo i tecnici del Soccorso alpino valdostano e il medico del 118 ha effettuato 7 interventi.

Leggi tutto...
 

Rete civica non vuole entrare in maggioranza

Rete civica pare sorda e indifferente al messaggio inviato da Antonio Fosson e Luigi Bertschy, non disponibili a supporti esterni per governare la Valle d'Aosta in 17.

Leggi tutto...
 

Suicidio a Châtillon

Erano da poco passate le ore 10 di domenica 16 giugno quando, a Châtillon, si è compiuta una tragedia.

Leggi tutto...
 

Due fermati per la rapina del sabato sera ad Aosta

La Polizia di Aosta ha fermato, nella notte fra sbato 15 e domenica 16 giugno, due soggetti che potrebbero essere i responsabili della rapina messa in atto alle ore 18.30 circa di sabato 15 giugno, in un negozio di alimentari in Corso Saint-Martin-de-Corléans, ad Aosta.

Leggi tutto...
 

Statti segretario del Pci valdostano

La sezione Domenico Losurdo del Partito comunista italiano si è riunita in congresso domenica 9 giugno.

Leggi tutto...
 

Heliski: due richieste di rinvio a giudizio

È stata fissata al 23 ottobre l'udienza preliminare per decidere se siano da rinviare a giudizio l'amministratore e un socio della società appaltatrice dei servizi di heliski per i Comuni di Arvier, La Thuile e Valgrisenche.

Leggi tutto...
 

I metalmeccanici valdostani chiedono più salario e meno infortuni

Una cinquantina di metalmeccanici valdostani ha partecipato, venerdì 14 giugno, alla manifestazione di Milano, organizzata in concomitanza con lo sciopero nazionale dei metalmeccanici, promosso da Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil. 

Leggi tutto...
 

Incidenti stradali e ferroviari: un progetto di formazione per la Polizia

Martedì 18 giugno, dalle ore 9 alle ore 13, si terrà, nella Sala Conferenze della Questura di Aosta, un incontro durante alla quale verrà illustrata la 2a edizione del Progetto Chirone - Linee guida per l'operatore di Polizia nell'approccio con le vittime di incidenti stradali e ferroviari.

Leggi tutto...
 

Cogne ospita il Comitato di sorveglianza del programma Interreg Alcotra

Giovedì 20 giugno si terrà a Cogne il prossimo incontro del Comitato di sorveglianza del Programma di cooperazione transfrontaliera franco-italiana Alcotra 2014/20.

Leggi tutto...
 

Il catologo delle norme UNI disponibile in consultazione alla Biblioteca regionale

A partire dal mese di giugno 2019, la Biblioteca regionale Bruno Salvadori di Aosta mette a disposizione dei suoi utenti il servizio di consultazione on line della raccolta completa delle Norme tecniche UNI.

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Sarre

Giovedì 20 giugno alle ore 18 è convocato il Consiglio comunale di Sarre; 8 i punti all'ordine del giorno della seduta.

Leggi tutto...
 

Il barbiere di Siviglia in scena al Teatro Splendor

Venerdì 21 giugno, alle ore 21, andrà in scena al Teatro Splendor, all'82 di via B. Festaz, la rappresentazione de Il barbiere di Siviglia, la celebre opera buffa in due atti di Gioacchino Rossini tratta dalla commedia Le Barbier de Séville ou la Précaution inutile di Pierre-Augustin C. de Beaumarchais.

Leggi tutto...
 

L'Orage aprirà il concerto di Max Gazzé a Brusson

Il gruppo valdostano L'Orage aprirà, alle ore 15, il concerto di Max Gazzé domenica 23 giugno a Brusson, nell’ambito della rassegna musicale Musicastelle outdoor, organizzata dall’Office régional du tourisme, che prende il via proprio il fine settimana del 22 e 23 giugno in Val d'Ayas.

Leggi tutto...
 

Al via i corsi di Crea Impresa organizzati da Confcommercio Vda

Sono iniziati martedì 11 giugno, i corsi formativi rivolti alle aziende commerciali valdostane che hanno aderito a Crea Impresa, il nuovo ed efficace strumento a disposizione di Confcommercio della Valle d'Aosta per assistere i nuovi imprenditori, sostenendoli nel loro percorso di creazione d’impresa, attivando un’ampia gamma di servizi capaci di creare un ambiente favorevole, per operare e crescere.

Leggi tutto...
 

La pratica del dialogo aperto per la salute mentale

Venerdì 21 giugno alle ore 20.30 si terrà, al Palazzo regionale ad Aosta, la conferenza La pratica del dialogo aperto per la salute mentale.

Leggi tutto...
 

AduVdA convoca un'assemblea aperta

Mercoledì 19 giugno, alle ore 20.45, all'albergo La Chatelaine di Fénis, Ambiente-Diritti-Uguaglianza Valle d'Aosta convoca un'assemblea aperta.

Leggi tutto...
 

MONUMENTI inCANTATI: l'8a edizione della rassegna di canto

Sabato 22 giugno, alle ore 21, si terrà alla Torre dei Balivi, ad Aosta, l'8a Rassegna di canto corale MONUMENTI inCANTATI / MONUMENTS enCHANTÉS, organizzata dal Coro Penne Nere di Aosta e con la partecipazione del Torino Vocalensemble.

Leggi tutto...
 

A Nus si parla di alcolismo


Giovedì 20 giugno, alle ore 21, nella sala consiliare di Nus, si svolgerà una serata sul tema Alcolismo: il recupero è possibile.


 

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Gressan


Il Consiglio comunale di Gressan è convocato per le ore 18.30 di martedì 18 giugno, con otto punti all’odine del giorno.


 

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Saint-Pierre

Venerdì 21 giugno, alle ore 18, è convocato il Consiglio comunale di Saint-Pierre, con 11 punti all'ordine del giorno.

Leggi tutto...
 

Torna a Chamois MusicAbilmente

Sabato 22 e domenica 23 giugno torna a Chamois, per la quinta edizione, MusicAbilmente, il festival che unisce musicisti con disabilità e normodotati in concerti in piazza, organizzato dall'Associazione Insieme a Chamois - Enzembio a Tzamouè

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Valgrisenche

Venerdì 21 giugno, alle ore 18, è convocato il Consiglio comunale di Valgrisenche, con 11 punti all'ordine del giorno.

Leggi tutto...
 

Giornata dell'economia 2019

Martedì 18 giugno, nell’Aula Magna Sant’Anselmo dell’Università della Valle d’Aosta, si svlgerà  la Giornata dell’economia - la Valle d’Aosta nel 2018, iniziativa volta ad analizzare la situazione economica e sociale del territorio, partendo dai risultati dei Rapporti e analisi sull’andamento dell’economia regionale effettuati nel 2018.


 

Leggi tutto...
 

Nuovo sistema informatico al laboratorio analisi

Il Laboratorio analisi dell’Ospedale di Aosta Parini si è dotato di un nuovo sistema informativo (Laboratory Information System – LIS).

Leggi tutto...
 

Le voci delle betulle: secondo appuntamento con la rassegna Apéro du Livre

Sabato 22 giugno, alla Maison de l'Artisanat International, al 2 della Frazione Caravex a Gignod, si terrà il secondo appuntamento della rassegna Apéro du Livre 2019: Storie al femminile organizzata dalla Biblioteca Intercomunale di Allein e Gignod. Verrà presentato, alla presenza dell'autrice, il romanzo Le voci delle betulle di Eloisa Donadelli.

Leggi tutto...
 

L'Attraversart: Tre giorni di scultura en plein air a Saint-Nicolas

Appuntamento a Saint-Nicolas il 16, 22 e 23 giugno per tre giorni di scultura en plein air nell'ambito del progetto L'Attraversart, l'itinerario dal villagio di Vetan al rifugio Mont Fallère concepito come un museo aperto dallo scultore Siro Viérin.

Leggi tutto...
 

Convocato il Consiglio comunale di Arvier

Martedì 18 giugno alle ore 18.30 si terrà la seduta del Consiglio comunale di Arvier, con 12 punti all'ordine del giorno.

Leggi tutto...
 

Genitori separati, un convegno ad Aosta

Venerdì 21 giugno, a partire dalle ore 9, si terrà, nella Sala conferenze del CSV, al 19 di via Xavier de Maistre, un convegno sul tema Valle d'Aosta: nelle separazioni siamo tutti responsabili di pregiudizi e danni ai minori !, organizzato dall'Associazione Genitori Separati per la Tutela dei Minori.

Leggi tutto...
 

Il Tempio Valdese ospita il coro del CCS Cogne

Venerdì 21 giugno, alle ore 21, si terrà un concerto del Coro CCS-Cogne-CRER, diretto da Alex Danna, al Tempio Valdese di Aosta, all'11 di rue Croix de Ville.

Leggi tutto...
 

Gli appuntamenti della terza settimana di giugno alla Cittadella

Nella terza settimana di giugno tre appuntamenti alla Cittadella dei Giovani ad Aosta: due esibizioni musicali e una pièce teatrale verranno proposti al pubblico.

Leggi tutto...
 

Donnas: Vertical Rifugio Bonze alla terza edizione

Sabato 22 giugno 2019 si svolgerà la terza edizione del Vertical Rifugio Bonze. La gara, organizzata dal Comune di Donnas in collaborazione con l’APD Pont-Saint-Martin e le associazioni del territorio, richiama atleti ben noti nell’ambiente delle corse in montagn.

Leggi tutto...
 

Bourses d'études à la mémoire de Ugo et Liliana Brivio

Des bourses d'études à la mémoire de Ugo et Liliana Brivio vont être assignés comme récompense aux élèves qui se sont distingués dans la compréhension et l'application de la citoyenneté.

Leggi tutto...
 

Musei da vivere in giugno

Il Museo archeologico regionale e il parco archeologico Saint-Martin-de-Corléans propongono, in giugno, alcuni appuntamenti inseriti nella rassegna Musei da vivere.

Leggi tutto...
 

Violenza sulle donne, il coraggio di dire no: incontro con Lucia Annibali

Sabato 22 giugno, alle ore 18, si terrà alla Sala Maria Ida Viglino del Palazzo regionale un incontro con Lucia Annibali, avvocatessa, parlamentare e simbolo della lotta alla violenza contro le donne.

Leggi tutto...
 

La Rete Antirazzista della VdA commemora la Giornata mondiale del Rifugiato

Giovedì 20 giugno, alle ore 18, la Rete Antirazzista della Valle d'Aosta ha organizzato, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, un presidio all'orto di Sant'Orso in via Guido Rey.

Leggi tutto...
 

Celtica avrà un'apertura ad Aosta

Il Bosco del Peuterey in Val Veny, ai piedi del Monte Bianco, a 1.500 metri di altitudine, dal 4 al 7 luglio, farà da sfondo alla 23a edizione di Celtica Valle d'Aosta, organizzata dall’associazione culturale Clan Mor Arth – Clan della
Grande Orsa.

Leggi tutto...
 

Piccoli giornalisti ai piedi del Monte Bianco

Da quest’anno e fino al 2021, gli alunni delle scuole secondarie di primo grado dell’Istituto Valdigne Mont-Blanc di Courmayeur e di Morgex vanno a lezione di educazione ai media e giornalismo.

Leggi tutto...
 

Incontri informativi all’Univda

L'Università della Valle d'Aosta ha programmato tre incontri di presentazione dell’offerta formativa per l'anno accademico 2019/2020.

Leggi tutto...
 

Musicastelle outdoor raddoppia

Sabato 22 giugno inizierà l’edizione 2019 della rassegna musicale Musicastelle outdoor.

Leggi tutto...

Video più visti

La registrazione integrale della conferenza stampa nel corso della quale Lega Vallée d'Aoste e Mouv' hanno...

Category: Politica e Amministrazione
Views: 301

La registrazione integrale della conferenza stampa con la quale la Guardia di Finanza di Aosta ha annunciato i...

Category: Cronaca
Views: 294

Claudio Restano commenta quando accaduto dopo la sua uscita dalla maggioranza, rinnova la propria disponibilità...

Category: Politica e Amministrazione
Views: 267

Gianni Pedotti e Roberto Oggiani ci raccontano la loro esposizione Elogio della pittura, aperta all'Hôtel...

Category: Home
Views: 255

Login Form