fbpx

CVA: Trisoldi e Giachino si dimettano subito

Foto di Gianfranco Zanata
È uno schieramento inedito e ibrido fra maggioranza e opposizione del Consiglio Valle quello che risponde alla decisione del Consiglio d'Amministrazione di Finaosta di chiedere un parere legale su come procedere nella rimozione di Trisoldi e Giachino da Cva.

Sono infatti Union valdôtaine progressiste, Alpe, Stella Alpina, Movimento 5 Stelle, Pour notre Vallée e Mouv' (cioè tutti tranne l'Union valdôtaine e il Pd Sinistra VdA) a chiedere "con forza che venga rispettata la volontà espressa unanimemente dal Consiglio regionale in merito alle dimissioni del direttore generale e del presidente della Compagnia Valdostana delle Acque-CVA".

I 20 consiglieri si dicono "sconcertati dalla notizia della richiesta di parere legale avanzata dal Consiglio di amministrazione di Finaosta" e sollecitano gli interessati a dare immediata applicazione alla risoluzione del Consiglio, "per rispetto nei confronti delle istituzioni e in considerazione delle pesanti motivazioni alla base della richiesta di dimissioni".

I gruppi, "facendo appello al senso di responsabilità degli interessati e alla necessità di evitare lo scontro istituzionale, oltre che in ossequio alla volontà dell'Assemblea regionale, richiedono al dottor Giachino e al dottor Trisoldi di rassegnare le dimissioni dai rispettivi incarichi entro 24 ore. In caso contrario, i gruppi consiliari chiederanno la convocazione di un Consiglio straordinario e valuteranno anche la richiesta degli eventuali danni".