fbpx
Scrivici su Whatsapp

Aperto il Parco della Lettura di Morgex

In meno di un anno di lavori, compresa l’interruzione a causa del Covid-19, è stata completata a Morgex la realizzazione del Parco della lettura nella centralissima area posta fra la stazione ferroviaria e la Dora, che versava in stato di abbandono. 

Centinaia di persone hanno partecipato, sabato 12 settembre 2020, all’apertura del Parco della Lettura di Morgex. 

Inserito nell’ambito del Progetto Famille à la montagne entre nature et culture – cofinanziato dal Programma Interreg V-A Italia-Francia 2014/2020, che vede quale capofila il Comune di Morgex e quali partner la Struttura Arre protette della Regione autonoma Valle d’Aosta e il Comune francese di Le Grand Bornand – il Parco è il primo del genere in Italia, come ha sottolineato la rappresentante del Cepell (Centro per il Libro e la Lettura), Maria Greco: «Il Comune di Morgex è l’unico, in Valle d’Aosta, ha essere stato inserito nel nostro elenco “Città che legge” e ritengo che questo Parco debba diventare esempio per altre realtà impegnate nel favorire la lettura, soprattutto da parte delle giovani generazioni». 

Il Progetto aveva ottenuto un finanziamento di 1,7 milioni di euro. Il Comune di Morgex ha però voluto incrementare la dotazione finanziaria per inserire nel progetto una serie di migliorie: «Al Comune di Morgex sono stati assegnati 969mila euro, di cui quasi 518mila gestiti direttamente e circa 440mila destinati ai lavori del Parco. 451mila euro sono stati gestiti dalla Fondazione Natalino Sapegno per la fornitura dei giochi nel parco, per l’attività di animazione culturale, di coinvolgimento degli operatori ecologici e la creazione di percorsi inclusivi. I costi finali del parco ammonteranno, però, a più del doppio del finanziamento europeo. L’Amministrazione comunale è intervenuta con fondi propri per alcune installazioni, la segnaletica e gli arredi. Questo è stato fatto nella convinzione di contribuire alla crescita culturale di una comunità» ha spiegato Marcello Dondeynaz, coordinatore del Progetto. 

Il Parco è stato realizzato cercando ispirazione nel luogo in cui sorge: fra la linea ferroviaria e la Dora Baltea. Prevalgono dunque la linearità e la simmetria, con attenzione alla fruibilità. Infatti l’intera proposta di gioco è accessibile a tutti: ai bimbi italiani e agli stranieri, a quelli abili e a quelli con disabilità non solo motorie ma anche sensoriali. Giulia Radin, direttore della Fondazione Natalino Sapegno, ha spiegato: «Il Parco sorge in una conca verde circondata di montagne e affacciata sul Monte Bianco. Un luogo di quiete e di natura, all’interno del quale immergersi nella lettura ma anche giocare con le parole. Vi sono ruote di parole, un gioco dell’oca, una casetta sull’albero che hanno, tutti, la funzione di proporre le parole del libro-guida (che cambierà ogni sei mesi) e invitare i bambini a inventare con esse le loro storie. La fruizione può essere individuale o di classe e, proprio per questo, una struttura simile a un vagone ferroviario potrà essere utilizzata come aula alternativa e all’aria aperta». 

Le proposte del Parco iniziano subito, con un programma stabilito già sino a fine settembre: 

  • 19 settembre, dalle ore 16 alle 17,30 – Appuntamento riservato alle lettrici e ai lettori in erba, di età compresa fra zero e sei anni, in collaborazione con i volontari di Nati per Leggere e con la Biblioteca comprensoriale di Morgex. Prenotazione obbligatoria entro le ore 18 del 18 settembre chiamando il 333 44 64 369 
  • 20 settembre, ore 16 – Concerto del Conservatoire de la Vallée d’Aoste con Edoardo Milleret e la sua fisarmonica, cui seguirà una visita guidata del Parco. Prenotazione obbligatoria entro le ore 18 del 19 settembre chiamando il 333 44 64 369. 
  • 26 settembre, alle ore 16.30, sotto i portici del Municipio – incontro con Bobo Pernettaz, per scoprire come sono nate le sagome che popolano il Parco. L’artista mostrerà con quale tecnica ha eseguito i suoi lettori in legno e colori. 
  • 27 settembre, alle ore 16 – Lettura musicata de L’uomo che piantava gli alberi di Jean Giono (voce Stefania Tagliaferri, viola Claudia Désandré), cui seguirà una visita guidata del Parco. Prenotazione obbligatoria entro le ore 18 del 26settembre chiamando il 333 44 64 369. 

Tutte le informazioni utili a programmare la visita al parco sono disponibili sul sito parcodellalettura.eu

Potrebbe interessarti:

Morgex approva il progetto del Parco della Lettura

Morgex approva il progetto del Parco della Lettura

Foto Google Maps - Il Consigli comunale di Morgex si è riunito martedì 23 ottobre e, in apertura, ha deciso che l'edificio delle scuole avrà la denminazione Istituzione scolastica Valdigne Mont-Blanc.
Leggi tutto

A Morgex, una mostra, uno spettacolo e cinque laboratori per bambini

A Morgex, una mostra, uno spettacolo e cinque laboratori per bambini

Dal 23 aprile sino al 26 maggio, una serie di appuntamenti sono stati organizzati nell’ambito del progetto Famille à la montagne entre nature et culture, finanziato dal programma europeo Interreg V-A Alcotra Italia/Francia 2014/2020, in collaborazione con l’Istituzione scolastica Valdigne Mont-Blanc e con la Pro Loco di Morgex.
Leggi tutto

© 2020 All rights reserved.